Dott.ssa Francesca Formicola

 

Cos’è la Neuropsichiatria Infantile?

La Neuropsichiatria dell’Infanzia e dell’Adolescenza è quell’area della medicina che tratta le problematiche di sviluppo, di apprendimento, le difficoltà emotive e comportamentali, i disturbi psicologici e psichiatrici dell’infanzia e dell’adolescenza, oltre ad occuparsi dei disordini di tipo neurologico e genetico dell’età infantile.

Una consultazione Neuropsichiatrica può aiutare un genitore a dirimere dubbi circa la “normalità o la patologia” di un determinato modo di essere, fare o pensare del proprio figlio. E’ importante che questo tipo di valutazione venga svolta da un Neuropsichiatra Infantile in quanto è solo attraverso una formazione medica che si riesce a collocare un problema precisamente nell’ampio spettro che va dalla salute alla malattia: ad esempio un bambino può essere inattento, distratto e molto vivace a casa e in altri ambienti e magari non andare bene a scuola, ma ciò non significa che sia affetto da un qualche disturbo. Attraverso il colloquio con i genitori, l’osservazione e il colloquio con il bambino e i test, il medico neuropsichiatra porta avanti una riflessione attenta tenendo conto di tutte le informazioni raccolte e del contesto di vita del bambino per poi giungere ad esprimersi sulla natura del problema per il quale è stato consultato.

Se si escludono le problematiche neurologiche e genetiche, motivi comuni che portano un genitore a rivolgersi a un Neuropsichiatra Infantile possono riguardare ad esempio ritardi di linguaggio, difficoltà di lettura e scrittura, problemi comportamentali a casa o a scuola (es. aggressività, inattenzione, iperattività) oppure difficoltà relazionali, declino nel funzionamento scolastico etc

 

Chi è il Neuropsichiatra Infantile?

Il Neuropsichiatra Infantile è il medico specialista che si occupa della diagnosi e presa in carico delle suddette problematiche relativamente alla fascia di età 0-18 anni. Ma è comune per tali specialisti seguire persone con disturbi psichici appartenenti anche all’età adulta.

Il Neuropsichiatra Infantile lavora secondo un approccio integrato, ponendo attenzione alle componenti fisiche, genetiche, evolutive, educative, familiari, sociali e di stile di vita del bambino.
E’ frequente la collaborazione con altre figure professionali (equipe multidisciplinare) per eventuali approfondimenti della valutazione e per portare avanti alcuni trattamenti: psicologo, logopedista, psicomotricista, educatore, dietista, etc.

 

Campi di applicazione

  • Ritardo dello sviluppo neuro-psico-motorio;
  • Ritardi/anomalie del linguaggio, dell’apprendimento, dello sviluppo cognitivo;
  • Ritiro sociale o difficoltà di socializzazione;
  • Problemi del sonno;
  • Disturbi del controllo sfinterico;
  • Difficoltà comportamentali (es. aggressività, inattenzione, iperattività)
  • Ansia, depressione;
  • Problemi nel comportamento alimentare;
  • Tic, cefalee.